.
Annunci online

ilmagodiquoz
Blog di satirinformazione, controindicazione, farneticazione e controfarneticazione: da usare con cautela.
ECONOMIA
10 giugno 2008
Cash Away


La situazione Alitalia è decisamente all'ultima spiaggia.
Alla deriva, in balia delle correnti, alla zattera finale.
Le azioni già da parecchio sono colate a picco, il capitano avverte i gentili viaggiatori che o si risolleva l'azienda, svendendo lo svendibile o si portano i libri in tribunale.
La compagnia di bandiera bianca è in attesa dell'ultimo atto, prima che precipiti per sempre nell'oblio.
E se proprio deve finire sotto un ponte, è meglio prima lastricarlo d'oro.
Ecco l'ultimo colpo di coda: la "novità" chiamata prestito ponte da 300 milioni di Euro, elimosinati giustamente prosciugando  le casse del Fondo per la competitività e sviluppo (205 milioni), del Fondo per la finanza d'impresa (85 milioni) e del Fondo di Riserva e Speciali del Ministreo dell'Economia (10milioni).
Gentili contribuenti, non Vi sentite un pò tutti  Alitaliani?
Dov'è finito quel senso di appartenenza, patriottico, morale, solidale, umanitario che ci unisce nel tricolore, che non smette mai di contraddistinguerci nella nazione che diede i natali al glorioso Francesco Baracca?
Possibile che nulla riesca a scalfire que' Vostri  glaciali cuori da continuare a non vedere codesta terribile emergenza nazionale che c'attanaglia tutti quotidianamente,  che ci opprime inconsolabili in un tramonto ostile, improvviso, inderogabile?
Possibile non stringerci attorno a questo profondo dèja vu, incantesimo alato, d'eterno ritorno?


« Che accadrebbe se, un giorno o una notte, un demone strisciasse furtivo nella più solitaria delle tue solitudini e ti dicesse: “Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, e non ci sarà in essa mai niente di nuovo, ma ogni dolore e ogni piacere e ogni pensiero e sospiro, e ogni indicibilmente piccola e grande cosa della tua vita dovrà fare ritorno a te, e tutte nella stessa sequenza e successione [...]. L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello della polvere! »


E' come se il tempo si fosse fermato, scritti immortali sulla sabbia di un'isola deserta, parole sussurrate al vento d'una nazione senza memoria e senza gioventù.

E il tempo s'è fermato, come clessidre inceppate, come DATE che qui sotto, come sabbia, scivoleranno:



"Alitalia taglia 34 rotte perdono 280 miliardi

ROMA - L' Alitalia salita ieri di oltre il 15 per cento in Borsa taglia 34 rotte che perdono 280 miliardi di lire. E' lo stesso amministratore delegato Francesco Mengozzi ad annunciarlo e a confermare che Malpensa resta il principale scalo per la compagnia. «L' Alitalia afferma Mengozzi continua a vedere in Malpensa il principale hub italiano, dove ha investito molti soldi e nel quale crede, nonostante tiene a precisare il disagio provocato dal continuo mutare degli assetti aeroportuali milanesi dove, come più volte detto, Linate continua a erodere il ruolo di Malpensa e a minare il concetto di hub»."

"Maroni scrive a Berlusconi Alitalia spieghi le sue scelte

ROMA - Si va verso una verifica Alitalia-governo sugli impegni per lo sviluppo di Malpensa. Ieri il ministro del Welfare, Maroni, ha inviato una lettera a Berlusconi per chiedergli di convocare i vertici dell' Alitalia."

"Le perdite Alitalia sarebbero di 420 milioni Maroni: nuovo piano entro la fine del mese

ROMA - Mentre Air France annuncia che lancerà l' Opa sulla Klm olandese il 22 marzo prossimo e il suo presidente Jean-Cyril Spinetta conferma che anche l' Alitalia potrà entrare nella partnership «a condizione che sia ristrutturata e privatizzata», la gravità della crisi Alitalia comincia ad assumere contorni più precisi. Le perdite 2003 ammonterebbero a 420 milioni di euro, mentre l' azienda, interpellata, precisa che il consiglio d' amministrazione ha preso atto dell' aggravamento della situazione «solo nella riunione dell' 8 marzo scorso e non prima». "


"L' Alitalia precipita in pieno caos

ROMA - Alitalia in pieno caos. Ieri sono stati il ministro del Welfare, Roberto Maroni, e il presidente della compagnia, Giuseppe Bonomi, che con le loro dichiarazioni hanno descritto una situazione ad un passo dal precipizio. Ha iniziato il ministro, da Londra, ad accusare lo stesso governo di immobilismo rispetto alle esigenze della compagnia; ha proseguito il manager parlando prima di un mese di tempo per evitare il crac e precisando poi che i 30 giorni sono il limite massimo per varare il nuovo piano. «Il governo - ha detto Maroni - sta facendo troppo poco, anzi proprio nulla per l' Alitalia»."

"Nessun aiuto statale ad Alitalia

ROMA - Mentre l' Alitalia è in piena crisi e il titolo affonda in Borsa - ieri ha registrato una flessione del 5,5 per cento a fine giornata - il Tesoro conferma che non è stato fatto niente per salvare la compagnia. [..] «Non è stata adottata alcuna decisione in merito a possibili misure di sostegno a favore della compagnia aerea», scrive il dirigente generale del dipartimento Tesoro del ministero dell' Economia in una lettera di risposta a quella inviata l' 8 marzo scorso dalla Comissione Europea, con la richiesta di «dettagliate informazioni in merito alle misure o azioni che le autorità italiane intendano adottare a favore dell' Alitalia»."

"Un decreto per salvare Alitalia

ROMA - Arrivano gli interventi di salvataggio sull' Alitalia: il decreto sui cosiddetti «requisiti di sistema» - voluto dal governo per rilanciare l' intero settore, ma di fatto fondamentale per la compagnia di bandiera - è ormai pronto. Se ne parlerà giovedì nel vertice di governo previsto fra Berlusconi, Maroni, Lunardi e Tremonti (Fini non ci sarà), ma è probabile che oggi stesso o al massimo domani i suoi contenuti siano illustrati alla compagnia. "

"Alitalia, giovedì via al decreto

ROMA - Lo scontro Tremonti-Maroni è rientrato, il decreto sui requisiti di sistema per il settore aereo, che consentiranno di salvare l' Alitalia, si farà. Sarà presentato al Consiglio dei ministri di giovedì 29 aprile."

"La Ue apre a un prestito-ponte Maroni:Proposta stravagante

ROMA - Bruxelles lancia una piccola ciambella di salvataggio per Alitalia, suggerendo l' ipotesi di un prestito-ponte per iniettare liquidità nelle casse della compagnia di bandiera, ma il ministro del Welfare Roberto Maroni respinge l' offerta: «proposta stravagante», la definisce, e «con un sapore di pressione lobbistica»."

"Alitalia, Maroni gela le attese Il prestito ponte? Mai deciso

ROMA - All' indomani dell' annuncio del piano di salvataggio dell' Alitalia - prestito ponte per 400 milioni di euro, ingresso di Fintecna nelle società che nasceranno dalla ristrutturazione e aumento di capitale garantito dallo Stato - il governo è di nuovo diviso."

"Sì al prestito Alitalia, governo diviso

ROMA - L' Alitalia non fallisce, arriva il prestito-ponte, ma il governo è diviso: i ministri leghisti Roberto Maroni e Roberto Castelli hanno votato contro. [..]
Entro luglio Giancarlo Cimoli, presidente e amministratore delegato della compagnia, completerà il piano industriale di rilancio, che il governo italiano sottoporrà al giudizio della Commissione Europea, cui spetta valutare se le misure previste, prima fra tutte il prestito-ponte, sono compatibili con le norme europee. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato il Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, che di concerto con i ministeri dell' Economia e dei Trasporti prevede la garanzia dello Stato per un prestito fino a un massimo di 500 milioni di euro, rimborsabile entro sei mesi e rinnovabile una sola volta per altri sei. Ciò per rispettare le regole comunitarie in materia."

"Il prestito salva Alitalia fino a marzo

ROMA - Rimbalzo del titolo, oggetto ieri di forti scambi, che ha recuperato oltre il 3 per cento in Borsa. [..]
Ieri si è appreso che il prestito-ponte da 400 milioni di euro, garantito dal Tesoro e sottoscritto da un gruppo di banche, consentirà all' Alitalia di sopravvivere sino al marzo 2005, non un giorno di più. "

"E l' ombra di Bondi il risanatore adesso si allunga sull' Alitalia

ROMA - Su Alitalia si allunga l' ombra del supercommissario Enrico Bondi. Ad evocarlo, seppur trincerandosi dietro un "no comment" è il ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi. L' ipotesi su cui il ministro non si sbilancia è quella di un avvicendamento tra "risanatori" Bondi al posto di Giancarlo Cimoli. "

"Maroni: se si va avanti così sarà inevitabile il fallimento

ROMA - «La "nuova" Alitalia che potrebbe rinascere da un fallimento, non rappresenta un dramma. Semmai, è l' incertezza che crea un dramma». "


Ad libitum


O Càpitano mio Capitano..
L'ostinazione con cui si continua a percuotere una carcassa priva di vita è pari solo alla bramosia d'ottenere per due soldi un'anima già volata in cielo...
Dopo il fallimento, infatti, qualche buon samaritano raccoglierà le ceneri e la Fenice rinascerà...privatizzata... (naturalmente all'italiana..)
Provate a chiederlo ai càpitani (nel senso che càpitano sempre al posto giusto - per loro - al momento giusto -per loro) Ligresti, Tronchetti Provera, Marcegaglia, e Compagnia di giro.

Signori, ecco la cordata italiana...


sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Zappiamo Forbice passaparola


My blog is worth $1,129.08.
How much is your blog worth?