.
Annunci online

ilmagodiquoz
Blog di satirinformazione, controindicazione, farneticazione e controfarneticazione: da usare con cautela.
POLITICA
28 agosto 2008
...IO, Voglio una vita tranquilla-la-la...



Io… voglio una vita tranquilla
Perché è da quando son nato che sono spericolato
Io… voglio una vita tranquilla
Perché è da quando son nato… che è
Disperata… spericolata…
Però libera… verd’è sconfinata
Io dovrei… non dovrei
.


(Testo di Tricherico-Fini)



C'è un tricheco al largo di Giannutri.
Niente paura è il solito Presidente della Camera.
Al bagno.
Non potrebbe.
Ma si vede che aveva urgenza.
Eh si sà.. a volte si fa tutto con un decretino..
Ma stavolta non ha potuto delegare..
Quando scappa, scappa.
Ssssst!
Mi raccomando, non disturbatelo!
E' protetto dalla casta...
Tricherico Fini, l'indomito, vi aspetta alla prossima cazzata.
Ma di destra, però!


Giangi, fai ciao-ciao con la zampina!




- Eja Eja Alalà!









Fini fa immersioni in una zona protetta
nel parco nazionale di Giannutri

La denuncia di Legambiente: «I parchi naturali non sono piscine riservate alle alte cariche dello Stato»

FIRENZE - Gianfranco Fini è finito nel mirino di Legambiente. A tradirlo la sua passione per maschera e bombole. Il presidente della Camera, nel pomeriggio di martedì, si è immerso in un'area a protezione integrale del parco nazionale dell'Arcipelago Toscano, un tratto di litorale dove è vietata qualsiasi attività. L'associazione ambientalista ha immortalato Fini, accompagnato da una imbarcazione dei vigili del fuoco, mentre si prepara all'immersione davanti alla Costa dei Grottoni, a Giannutri, definita dal decreto istitutivo dell'area protetta «zona 1», interdetta a qualsiasi attività che non sia di carattere scientifico.

«COLPEVOLE LEGGEREZZA» - «Non abbiamo alcuna difficoltà a commentare una colpevole leggerezza non conoscendo esattamente i confini dell'area protetta», ha precisato in una nota Fabrizio Alfano, portavoce di Fini. «Pensavamo che l'immersione si svolgesse nell'area 2, dove immergersi è consentito», ha concluso il portavoce, secondo il quale una multa è giusta e sarà pagata. Una sanzione che - fa sapere Legambiente - potrebbe aggirarsi intorno ai 2mila euro.

MUTA E BOMBOLE - L'associazione ha immediatamente scritto una lettera alla direzione del parco dell'Arcipelago Toscano per sapere «se l'imbarcazione e i subacquei presenti in quel tratto iperprotetto di mare avessero il necessario nulla-osta del Parco, per quali attività di tipo scientifico e in base a quale progetto di ricerca approvato in precedenza dall'Ente Parco». In caso contrario l'associazione chiede «quali eventuali iniziative siano state prese dal Parco per sanzionare l'imbarcazione e i sub nel caso non fossero autorizzati al transito, allo stazionamento e all'immersione in zona 1 a Giannutri». Sottolinea Umberto Mazzantini, della sezione di Legambiente dell'Arcipelago Toscano: «Sono mesi che c'è una forte polemica sui parchi, definiti un poltronificio, ora abbiamo scoperto che sono anche una piscina per le alte cariche dello Stato».

IL PRESIDENTE DEL PARCO, «NESSUNA AUTORIZZAZIONE» - Cade dalle nuvole Mario Tozzi, presidente del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, dopo la denuncia di Legambiente: «Non ne ero a conoscenza, nessuno mi ha chiesto il permesso, né tanto meno avrei potuto concederlo, perché in quel tratto di mare nessuno può fare il bagno, per non parlare delle immersioni subacquee». «Quel tratto - spiega Tozzi - è la zona 1, a protezione integrale, davanti alla costa dei Grottoni. Nessuno può andarci se non dietro richiesta e solo per motivi scientifici. Se qualche autorità me lo chiede, lo accompagno volentieri in giro per il parco, ma non certo in mezzo alla zona 1...». Inoltre, fa notare il presidente del Parco, «dalle foto di Legambiente si nota che Fini e gli altri passano da uno yacht alla barca dei Vigili del Fuoco, e tutto nella zona vietata. Ora che dovrei fare? Ci sono gli estremi per comminare una pesante multa, l'infrazione è grave».
«Conveniamo con il presidente dell'Ente Parco sul fatto che è inevitabile una sanzione amministrativa e sul dovere di pagarla», ha ammesso il portavoce del presidente della Camera.
«Mi sembra di cattivo esempio - ha osservato Tozzi - per la terza carica dello Stato violare un divieto servendosi di un mezzo dei vigili del fuoco».

IL PARCO - L'isola di Giannutri è una delle 7 isole che compongono il Parco nazionale dell'Arcipelago toscano, insieme a Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio. L'area del Parco, istituito nel 1996, comprende circa 18.000 ettari a terra, con interessanti siti geologici e naturalistici, e 60.000 ettari di mare, popolato da numerose specie ormai rare altrove. È compreso nel perimetro del Santuario Internazionale per la tutela dei mammiferi marini «Pelagos». Giannutri è la più meridionale delle isole del Parco, 150 km circa (80 miglia) la separano dall'isola di Gorgona che è più settentrionale. I fondali sono caratterizzati da praterie di poseidonia, gorgonie, rose di mare, cavallucci marini, stelle marine, coralli, ricciole, dentici, saraghi, spugne, oltre a relitti di navi affondate. L'incontro con un delfino, una balena o una tartaruga sono rari ma possibili, in particolare durante le traversate tra l'isola e la terraferma. A terra il 100% del territorio rientra nella zona 2, di semplice protezione. Il mare si suddivide fra zona 1 e zona 2, dalle quali sono esclusi due corridoi di accesso per le imbarcazioni. Nella zona 1 sono vietati l'accesso, la navigazione, la sosta, l'ancoraggio, la pesca e l'immersione. Nella zona 2 la pesca è regolamentata dall'Ente Parco. È consentito l'attracco di barche a motore e la permanenza in rada per la notte nelle aree di Cala Maestra e di Cala Spalmatoio. È possibile raggiungere l'isola in nave, partendo da Porto Santo Stefano.

Il Corriere della Sera, 27 Agosto 2008
sentimenti
5 giugno 2008
Camera ardente


La "cura" di Fini per Montecitorio
Camera aperta, ma per tre settimane

Il monito del presidente: "Riorganizzare l'attività in modo da lavorare tutti di più"
Il prontuario potrebbe entrare in vigore forse già prima della pausa estiva


ROMA - Ottantacinque ore al mese e ventotto ore a settimana di sedute con voto. Quanto basta per mandare in soffitta la famosa "settimana corta" dei parlamentari. Per sostituirla con quella dei normali cittadini: dal lunedì al venerdì a pieno ritmo. Ma per tre settimane al mese.

La Repubblica, 5 giugno, 2008



Camera ardente quindi.

..Per la definitiva dipartita della Repubblica, o per il passionale, quasi irrefrenabile, lavoro e dedizione dei deputati?
..E' il livello cottura delle istituzioni?
..Non avranno mica fatto entrare qualcuno con la fiamma tricolore...?




Solo per 3 settimane al mese.
Poi risorge...



..o insorge..

MdQ

vita da impiegato
30 maggio 2008
Camera(ta) Caffè


Faccio appello a tutta la vostra solidarietà.
Quest'uomo, questo incrocio tra Pippo Baudo e Paolo Bitta che continua a spacciarsi quale terza carica dello Stato è in preda ad un costante sdoppiamento della personalità.
Da quando s'è rinchiuso nella sua cameretta a giocare con i suoi amici camerata ha perso il senso dell'orientamento. Naturalmente lui fa il Capo e gli altri i Camerieri. C'è l'amichetto Ronchi che, poverino, il più silenzioso, il più timidino e innocente ormai non ne può più di sentirsi battere la stekka dalla nonna.
Aiutiamolo, stiamogli vicino e coccoliamolo un pò prima che perda definitivamente il contatto con la realtà questa sconosciuta.
Perciò se vedrete, un giorno, girovagare quest'individuo  spaesato e in stato confusionale, non abbandonatelo!
Prendetegli il braccetto, rimetteglielo in tasca e sussurrategli una ninna nanna all'orecchio.
Poi chiamate papà Silvio,  gli farà un sorrisone..
..si metterà il ditino in bocca e si addormenterà bello bello nella sua cameretta...






" Gaffe di Ronchi a Montecitorio
e in aula si scatena la bagarre.
In discussione c'è un emendamento sulla concessione Anas-Autostrade
Fini propone come modificare il contenuto, Ronchi dice di sì a nome del governo...
I deputati dell'opposizione si scatenano: "Il governo scrive le norme
sotto dettatura del presidente della Camera". Proteste, seduta sospesa."

La Repubblica, 28 maggio 2008

"Linea dura con i deputati svogliati e distratti.
Lo aveva annunciato qualche giorno fa il presidente della Camera Gianfranco Fini. Ma forse non immaginava che a guadagnare il primo richiamo sarebbe stato uno dei suoi fedelissimi: Andrea Ronchi, ministro delle Politiche comunitarie, che si è fatto sorprendere mentre era assorto in una lunga telefonata. "Onorevole, se vuole prestare attenzione...". Fini è stato poi costretto a bacchettare anche Italo Bocchino: "Invito l'onorevole a non sedere sui banchi del governo"

La Repubblica, 28 Maggio 2008

"Fini: vergognose alcune frasi di Almirante.
Il presidente della Camera, che è stato il delfino di Almirante e il suo successore alla guida dell'Msi, ha riconosciuto che alcune frasi da lui pronunciate e scritte in epoca fascista «sono certamente vergognose» ed «esprimono un sentimento razzista che purtroppo in quell'epoca tragica albergava in tanti e troppi esponenti che in alcuni casi si allocavano a destra, in altri in altre formazioni politiche». "

Corriere della Sera, 29 Maggio 2008.


Buonanotte Italia..

POLITICA
28 maggio 2008
Il Decreto Salva Slip


Puntuale, come un orologio biologico, ecco in arrivo una menorragia chiamata Decreto Salva Infrazioni, ovvero "tutela della flora e della fauna protetta e dei nidi durante le fasi di riproduzione".
Infatti come si può evincere chiaramente dal titolo, trattasi di emendamento Salva Rete 4.
Io non lo so se Fede vada tutelato, se sia protetto o se sia in fase di riproduzione, fattostà che partirono per uccellare e vennero uccellati..
Vabbè ancora per poco, visto che "quei giorni" scadranno l'8 giugno e qualcosaltro s'inventeranno di certo (Veltroni era stupito di sè stesso e dei suoi... "cosa non avrà funzionato", si starà chiedendo ancora il franco cacciatore...)
Non a caso, poichè l'Italia è un Paese fertile e maturo, han pensato bene di mettercelo proprio "in quei giorni". Pensavano forse che con il tradizionale "Salto della Quaglia" (inserito quindi coerentemente nelle misure di tutela flora e fauna) tutto sarebbe filato liscio, come al solito..
E invece....
Se va avanti così non gli resta che la 194... e pensare che volevano abrogarla!


Ah...la madre dei decreti è sempre incinta...







P.s. ..per i maschietti, che come me, non capiscono che cosa sia l'oggetto della foto, fate finta che sia un ghiacciolo all'amarena... dovrebbe rendere ugualmente l'idea...

sfoglia
luglio        settembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Zappiamo Forbice passaparola


My blog is worth $1,129.08.
How much is your blog worth?